LE NUOVE MODALITÀ DI COMPILAZIONE DAL 2022 DELLA FATTURA AGLI ESPORTATORI ABITUALI

Con il Provvedimento 28.10.2021 l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di emissione, con effetto a decorrere dall’1.1.2022, della fattura elettronica nei confronti di un esportatore abituale per le operazioni non imponibili ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. c), DPR n. 633/72.

In particolare, è richiesto che nella fattura sia riportato:

  • nel campo “Natura” il codice N3.5 Non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento”;
  • il numero di protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento inviata all’Agenzia delle Entrate dall’esportatore abituale, composto da una prima parte di 17 cifre ed una seconda parte di 6 cifre (che rappresenta il progressivo) separata dalla prima dal segno “-” o dal segno “/”

A tal fine il fornitore deve compilare il blocco “Altri dati gestionali” indicando:

  • nel campo “Tipo dato” la dicitura “INTENTO”;
  • nel campo “Riferimento testo” il numero di protocollo (prima e seconda parte separate dal segno “-” o dal segno “/”);
  • nel campo “Riferimento data” la data della ricevuta telematica rilasciata dall’Agenzia contenente il protocollo della dichiarazione d’intento.